Loading...
Centro Sostare a Torino. Centro contro il Bullismo e la Violenza. 2018-07-04T08:48:29+00:00

Il CENTRO SOSTARE

Il Centro Sostare a Torino è il Centro dei Servizi che nasce da un pensiero costruito sull’esperienza e sugli incontri di Essere Umani onlus, che lavora al fianco di minori e adulti per affrontare insieme situazioni legate a piccole e grandi difficoltà di ogni giorno (ad esempio, atti di bullismo o violenza).
So Stare!
Il Centro Sostare abbraccia una filosofia legata al valore della consapevolezza: chi sa riconoscersi in una dinamica conflittuale, o comunque negativa, ha già fatto gran parte del percorso. Non resta che aprirsi verso l’altro, che è lì per te e vuole essere parte del tuo cammino.
Sostare!
Il Centro Sostare propone un arricchimento di vita, capovolgendo l’idea del profitto a vantaggio della teoria della cura emotiva dell’altro: ritagliare una pausa nel fluire quotidiano del tempo vuol dire poggiare lo sguardo sulla promozione del sé, sulla solidarietà, sulla cittadinanza attiva, sulla coesione sociale e sulla tutela delle diversità individuali, psicologiche e culturali.

0
ORE DI ASCOLTO
0
PERSONE AIUTATE
0
SEDI
0
ISTITUTI IN CUI OPERIAMO

SoStare fonda la sua missione su principi legati all’aiuto e alla creazione di una rete sociale nella quale l’Altro possa sentirsi preso in carico ed accompagnato alla definizione della propria personalità o al superamento delle occasionali difficoltà.

STRUMENTI

EMPATIA

Sintonizzarci emotivamente con chi ci sta di fronte è il nostro primo obiettivo, premessa necessaria di qualsiasi relazione interpersonale. Ci ispiriamo all’etica Ubuntu, secondo la quale non è possibile essere completamente felici se anche solo una persona della nostra comunità, in quello stesso momento, è triste.

ASCOLTO

Ascoltare presuppone un coinvolgimento attivo dell’interlocutore: la ricchezza emotiva nasce dall’attenzione, dalla chiarezza comunicativa e dall’accettazione dei bisogni dell’altro, attraverso un contatto autentico.

MEDIAZIONE

Crediamo che l’incontro sia uno degli strumenti più semplici, ma allo stesso tempo più potenti, per riuscire a gestire i problemi relazionali che abbiamo con chi ci sta intorno. La (ri)scoperta di punti di vista diversi dal nostro può fare la differenza.

AMBITI DI INTERVENTO

I professionisti del Centro SoStare attraverso un primo colloquio individueranno insieme agli utenti che si rivolgeranno al Centro, il percorso migliore per affrontare le criticità rilevata. Le esigenze emerse saranno dapprima riconosciute come appartenenti ad una di queste categorie:

  • esigenze informative, nei casi in cui si renda evidente la necessità di offrire agli utenti conoscenze relative al funzionamento dei servizi del territorio e alle opportunità di accompagnamento che potranno essere attivate nei loro confronti;
  • esigenze strumentali, nei casi in cui gli utenti si presentino allo sportello con una richiesta molto precisa e concreta;
  • esigenze emozionali, nel caso in cui gli utenti appaiano carenti dal punto di vista del loro supporto sociale attuale oppure insoddisfatti dal supporto sociale stesso.

Sarà possibile inserire l’adulto in un’attività individualizzata oppure in piccoli gruppi. A seconda della situazione presentata in sede di primo colloquio inoltre sarà possibile far confluire il percorso verso un professionista specifico piuttosto che un altro, come lo psicologo, il mediatore dei conflitti oppure il counselor.

Nel Centro SoStare potranno trovare risposta ai propri dubbi anche i minori, grazie ai professionisti che proporranno loro, dopo averli accolti e dopo aver compreso le loro necessità nel corso del primo colloquio, diverse possibilità per proseguire il percorso di accompagnamento.

I servizi rivolti ai minori potranno essere attivati direttamente o dietro richiesta di un adulto di riferimento (genitori, educatori, insegnanti…) e in accordo con la sua famiglia. Anche in questo caso potranno essere proposti percorsi individualizzati o di gruppo (sono previsti interventi anche sul gruppo classe, se formalmente richiesti dalla scuola), sotto forma di colloqui o di attività pratiche ed esperienziali.

Il Centro SoStare intende rispondere alle esigenze delle persone nel modo più completo possibile, mettendo a disposizione figure professionali diverse ma abituate a lavorare in équipe e tra loro complementari: se dietro alla richiesta del paziente sarà rilevata una mancanza di benessere generale oppure la possibile insorgenza di una psicopatologia, sarà attivata la psicologa; se il problema presentato avrà carattere più specifico sarà attivato il counselor; se invece al centro del discorso ci sarà un conflitto interpersonale tra l’utente e (almeno) un’altra persona, sarà attivato il mediatore dei conflitti.

Il primo colloquio potrà essere svolto indistintamente con uno qualsiasi di questi professionisti e sarà poi lui, in un secondo momento e dopo averne discusso all’interno dell’équipe multidisciplinare, a richiedere l’intervento della professionalità specifica più adatta alla situazione presentata.

FRANCESCA SECHI
Psicologa

AURORA PICHI
Psicologa

JURI NERVO
Counselor

MATTEO DEFEDELE
Mediatore

Il CENTRO SOSTARE

Il Centro SoStare Torino è il Centro contro il Bullismo e la Violenza, che nasce da un pensiero costruito sull’esperienza e sugli incontri di Essere Umani onlus, che lavora al fianco di minori e adulti per affrontare insieme situazioni legate a piccole e grandi difficoltà di ogni giorno.
So Stare!
Il Centro Sostare abbraccia una filosofia legata al valore della consapevolezza: chi sa riconoscersi in una dinamica conflittuale, o comunque negativa, ha già fatto gran parte del percorso. Non resta che aprirsi verso l’altro, che è lì per te e vuole essere parte del tuo cammino.
Sostare!
Il Centro Sostare propone un arricchimento di vita, capovolgendo l’idea del profitto a vantaggio della teoria della cura emotiva dell’altro: ritagliare una pausa nel fluire quotidiano del tempo vuol dire poggiare lo sguardo sulla promozione del sé, sulla solidarietà, sulla cittadinanza attiva, sulla coesione sociale e sulla tutela delle diversità individuali, psicologiche e culturali.

SoStare fonda la sua missione su principi legati all’aiuto e alla creazione di una rete sociale nella quale l’Altro possa sentirsi preso in carico ed accompagnato alla definizione della propria personalità o al superamento delle occasionali difficoltà.

STRUMENTI

EMPATIA

Sintonizzarci emotivamente con chi ci sta di fronte è il nostro primo obiettivo, premessa necessaria di qualsiasi relazione interpersonale. Ci ispiriamo all’etica Ubuntu, secondo la quale non è possibile essere completamente felici se anche solo una persona della nostra comunità, in quello stesso momento, è triste.

ASCOLTO

Ascoltare presuppone un coinvolgimento attivo dell’interlocutore: la ricchezza emotiva nasce dall’attenzione, dalla chiarezza comunicativa e dall’accettazione dei bisogni dell’altro, attraverso un contatto autentico.

MEDIAZIONE

Crediamo che l’incontro sia uno degli strumenti più semplici, ma allo stesso tempo più potenti, per riuscire a gestire i problemi relazionali che abbiamo con chi ci sta intorno. La (ri)scoperta di punti di vista diversi dal nostro può fare la differenza.

I professionisti del Centro SoStare attraverso un primo colloquio individueranno insieme agli utenti che si rivolgeranno al Centro, il percorso migliore per affrontare le criticità rilevata. Le esigenze emerse saranno dapprima riconosciute come appartenenti ad una di queste categorie: esigenze informative, nei casi in cui si renda evidente la necessità di offrire agli utenti conoscenze relative al funzionamento dei servizi del territorio e alle opportunità di accompagnamento che potranno essere attivate nei loro confronti; esigenze strumentali, nei casi in cui gli utenti si presentino allo sportello con una richiesta molto precisa e concreta; esigenze emozionali, nel caso in cui gli utenti appaiano carenti dal punto di vista del loro supporto sociale attuale oppure insoddisfatti dal supporto sociale stesso.
Sarà possibile inserire l’adulto in un’attività individualizzata oppure in piccoli gruppi. A seconda della situazione presentata in sede di primo colloquio inoltre sarà possibile far confluire il percorso verso un professionista specifico piuttosto che un altro, come lo psicologo, il mediatore dei conflitti oppure il counselor.
Servizi proposti:

Nel Centro SoStare potranno trovare risposta ai propri dubbi anche i minori, grazie ai professionisti che proporranno loro, dopo averli accolti e dopo aver compreso le loro necessità nel corso del primo colloquio, diverse possibilità per proseguire il percorso di accompagnamento.
I servizi rivolti ai minori potranno essere attivati direttamente o dietro richiesta di un adulto di riferimento (genitori, educatori, insegnanti…) e in accordo con la sua famiglia.
Anche in questo caso potranno essere proposti percorsi individualizzati o di gruppo (sono previsti interventi anche sul gruppo classe, se formalmente richiesti dalla scuola), sotto forma di colloqui o di attività pratiche ed esperienziali.
Servizi proposti:

LO STAFF

Il Centro SoStare intende rispondere alle esigenze delle persone nel modo più completo possibile, mettendo a disposizione figure professionali diverse ma abituate a lavorare in équipe e tra loro complementari: se dietro alla richiesta del paziente sarà rilevata una mancanza di benessere generale oppure la possibile insorgenza di una psicopatologia, sarà attivata la psicologa; se il problema presentato avrà carattere più specifico sarà attivato il counselor; se invece al centro del discorso ci sarà un conflitto interpersonale tra l’utente e (almeno) un’altra persona, sarà attivato il mediatore dei conflitti.
Il primo colloquio potrà essere svolto indistintamente con uno qualsiasi di questi professionisti e sarà poi lui, in un secondo momento e dopo averne discusso all’interno dell’équipe multidisciplinare, a richiedere l’intervento della professionalità specifica più adatta alla situazione presentata.

PSICOLOGO

FRANCESCA SECHI

PSICOLOGO

AURORA PICHI

COUNSELOR

JURI NERVO

MEDIATORE

MATTEO DEFEDELE